martedì, luglio 31, 2007

Sony Citata per Danni a Causa del Cell

Le vie del tribunale sono infinite per Sony, che si vede nuovamente coinvolta in una causa per aver utilizzato un brevetto senza pagarne i diritti. Lo scorso 26 luglio, Parallel Processing ha citato Sony per l'infrazione del brevetto 5,056,000 depositato nell'Ottobre 1991, “Synchronized Parallel Processing with Shared Memory” che descrive un computer ad alta velocità che divide un programma "in processi concorrenti più piccoli eseguiti in processori paralleli differenti" e lo risincroninizza per velocizzare i tempi di elaborazione.

Responsabile di tale infrazione sarebbe il processore Cell di PlayStation 3 che, stando a quanto dichiarato da Parallel Processing, sta causando danni irreparabili all'azienda californiana. Fra le richieste di risagrcimemtno di Parallel Processing figura anche la "distruzione di tutti i prodotti [di Sony] che infrangono tale brevetto".

Riferimenti:
[Next-Gen: Firm Sues Sony Over Cell]

Tokyo Game Show 2007 Più Grande che Mai

Come se volesse raccogliere il pubblico orfano dell'E3 2007, il Tokyo Game Show 2007 sarà il più grande mai organizzato, con un totale di 168 espositori che occuperanno ben 1708 stand. Come è ormi tradizione, Nintendo sarà l'unico grande assente della manifestazione, che altrimenti vedrà in lizza tutti i publisher del panorama videoludico fra cui Capcom, Konami, Namco Bandai, Sega, Square Enix, Tecmo e, ovviamente, Microsoft e Sony.

A differenza del passato l'evento passerà da tre a quattro giorni, ovvero dal 20 al 23 settembre, di cui gli ultimi due saranno aperti al pubblico. Gli organizzatori dell'evento si aspettano di portare circa 200.000 visitatori al Makuhari Messe di Chiba, dove verrà organizzato il Tokyo Game Show.

Il tema dell'evento sarà l'interconnessione e il presidente di Sony Computer Entertainment, Kaz Hirai, terrà il keynote speech.

Riferimenti:
[Next-Gen: Largest Ever Tokyo Game Show Detailed]

Financial Games/ Konami Chiude il Q1 2008 in Gran Forma

Konami ha divulgato i dati di chiusura del primo trimestre dell'anno fiscale 2008, conclusosi lo scorso 30 giugno. L'azienda nipponica ha riportato una crescita dei ricavi netti del 5,2%, per un totale di 60,7 miliardi di yen (509,4 milioni di dollari). I guadagni operativi sono cresciuti del 16,8% e quelli netti sono balzati dell'82%, rispettivamente a quota 7,01 miliardi di yen (58,9 milioni di dollari) e 3,86 miliardi di yen (32,5 milioni di dollari).

La divisione Digital Entertainment dell'azienda è stata la più performante, con una crescita anno su anno dell'8,6% (34,8 miliardi di yen, 292 milioni di dollari), in parte grazie alle vendite dei franchise dedicati al baseball in Giappone e agli ottimi risultati di Pro Evolution Soccer e Metal Gear Solid Portable Ops in Europa. Anche le altre divisioni di Konami - Gaming & System e Health & Fitness - hanno visto un business in crescita, seppur marginale rispetto alla divisione Digital Entertainment.

Il mercato locale è stato il più proficuo per Konami, dove ha ottenuto ricavi netti di 50.35 miliardi di yen (429 milioni di dollari). Con meno di un decimo dei ricavi, America ed Europa seguono rispettivamente a quota 4,44 miliardi di yen (37.2 milioni di dollari) e 4,136 miliardi di yen (34,65 milioni di dollari).

E' interessante notare come, in quanto a ricavi, il mercato europeo sia alle costole di quello americano nonostante quest'ultimo abbia un potenziale ben più elevato. Probabilmente tale risultato è da imputare proprio a titoli come Pro Evolution Soccer, più in linea con i gusti del Vecchio Continente.

Riferimenti:
[Next-Gen: Konami Posts Healthy Q1 Financials]

lunedì, luglio 30, 2007

Passatempi/ Game & Watch

Prima che Game Boy e simili dominassero il mercato, altre razze di videogiochi portatili avevano monopolizzato il "mobile gaming": i Game & Watch. Il comune denominatore, guarda caso, è sempre Nintendo che ha dimostrato di non sbagliare un colpo con le proprie console portatili.

Per i nostalgici di un gameplay che chiamare frustrante è dir poco, è possibile rivivere un pizzico dei tempi andati con una serie di riproduzioni in Java o in Flash di classici come Donkey Kong II.





Riferimenti:
[Handheld remakes]

Financial Games/ Sega Sammy Chiude il 1Q 2008 a -42,3 Milioni di Dollari

Sega Sammy Holdings ha divulgato i risultati finanziari relativi al primo trimestre dell'anno fiscale 2008, mettendo a nudo una realtà in rosso. Sono ben 5,08 miliardi gli yen mancanti nel bilancio di fine trimestre, pari a 42,3 milioni di dollari. Sebbene la divisione relativa ai pachinko, pachislot e ai cabinati arcade abbiano dato risultati più che positivi (38,2 miliardi di Yen rispetto ai 21,8 miliardi dello scorso anno), è stata ancora una volta la divisione consumer ad affossare i conti.

Non si tratta di risultati di vendita scarsi - 1,4 milioni di unità vendute, in leggera discesa rispetto all'anno scorso - bensì degli ingenti investimenti per lo sviluppo dei titoli per piattaforme casalinghe in arrivo nel il secondo semestre dell'anno. Sega Sammy sembra avere la situazione sotto controllo, con titoli di altro profilo in uscita entro fine anno come Sega Rally Revo (PC, PlayStation 3, Xbox 360 e PlayStation Portable) e NiGHTS: Journey of Dreams.

Riferimenti:
[GamesIndustry.biz: Sega Sammy posts $42.3 million loss]

Eat, Sleep, Play, il Nuovo Motto del Creatore di God of War

Sony Computer Entertainment America ha annunciato che il creatore di God of War e Twisted Metal, David Jaffe, ha fondato un nuovo studio di programmazione insieme al fondatore di Incognito Entertainment, Scott Campbell. Denominato Eat, Sleep, Play, il nuovo studio basato in Utah si occuperà di un titolo per PlayStation 2, ovvero Twisted Metal: Head On. Al momento non è stato annunciato alcun titolo per PlayStation 3.

Perchè l'annuncio del nuovo studio è arrivato direttamente da Sony? Perchè l'azienda ha siglato un accordo di esclusività per i nuovi titoli prodotti da Eat, Sleep, Play. Nonostante tale accordo, Eat, Sleep, Play rimarrà uno studio indipendente.

Riferimenti:
[Shack news: SCEA to Eat, Sleep, Play With Jaffe's New Studio; Working on Twisted Metal, More]

PlayStation 3 si Assicura l'Esclusiva di un Nuovo Titolo Rockstar

Potrà pure aver perso terreno per quanto riguarda i contenuti scaricabili di Grand Theft Auto IV, ma PlayStation 3 non ha certo perso l'interesse dei geni di Rockstar. Sony ha annunciato tramite il proprio blog di essersi assicurata i diritti esclusivi del nuovo franchise prodotto da Rockstar. Al momento non sono stati divulgati i dettagli relativi al gioco.

Al tempo è stata molto dibattuta la faccenda dei 50 milioni di dollari con cui Microsoft ha foraggiato l'esclusiva dei contenuti per Grand Theft Auto IV. Mi domando a quanto sia ammontato l'onere per Sony. Non che la cosa interessi più di tanto, purchè il gioco valga la pena.

Riferimenti:
[Next-gen: Sony Bags Exclusive New Rockstar Franchise]

Come Vendere Viva Piñata

Microsoft ha annunciato una versione per Nintendo DS dell'ottimo ma sfortunato titolo di Rare. Viva Piñata rivivrà sulla console portatile Nintendo ocn una visuale dall'alto riprendendo il gameplay originale che, considerata la fama dei Pokémon, farà sicuramente meno fatica a guadagnarsi nuovi sostenitori.

Riferimenti
[Next-Gen: Viva Piñata Heads to DS]

giovedì, luglio 26, 2007

Mercato a Quantità, Mercato a Valore

Solitamente i dati di vendita si misurano in quantità. Per le console è un metro indispensabile in base al quale si calcola il market share, che offre un'immediata visione della base installata dell'hardware in circolazione. In base a questi numeri, si decide se una console ha successo o meno. Dal punto di vista aziendale, però, non è solo la quantità del venduto che determina il successo dell'azienda. La crescita delle aziende, infatti, è misurata in fatturato e per questo esiste anche un'analisi del mercato "a valore", come ci insegnano i vari report di GFK. Il mercato del lusso, per esempio, ha market share a quantità molto basso rispetto alle marche di massa, ma sviluppa fatturati incredibili che portano anche alti profitti (visto che il prezzo di vendita è di gran lunga superiore a quello di produzione).

Dai numeri pubblicati sul sito VGchartz.com abbiamo visto come Wii sia ormai alle calcagna di Xbox 360 e come PlayStation 3 sia rimasta indietro a livello numerico. Gli ultimi dati pubblicati recitano:
  • Xbox 360: 10,19 milioni
  • Wii: 9,57 milioni
  • PlayStation 3: 3,89 milioni
Ho pensato di trasformare questi numeri in fatturato, operazione non proprio semplice a causa della mancanza di uniformità dei prezzi nelle varie aree e della presenza di più tipologie di hardware di cui non si conoscono le percentuali di vendita. Per comodità, i prezzi sono stati convertiti in dollari col cambio Euro/dollaro di 1,3. L'analisi non gode di certo dell'accuratezza che si meriterebbe, ma offre un'idea attendibile, a mio avviso.

Xbox 360
  • Giappone
    • 0,42 milioni di unità
    • Prezzo medio: 350$
  • USA
    • 6,57 milioni di unità (ipotizando 80% di console Premium e 20% di Core)
    • Prezzo medio: 399$ (Premium), 299$ (Core)
  • Altri (considerato come fosse 100% mercato europeo)
    • 3,20 milioni di unità (ipotizzando la totalità di console Premium)
    • Prezzo medio: 518$
Wii
  • Giappone
    • 3,18 milioni di unità
    • Prezzo medio: 213$
  • USA
    • 3,84 milioni di unità
    • Prezzo medio: 249$
  • Altri (considerato come fosse 100% mercato europeo)
    • 2,55 milioni di unità
    • Prezzo medio: 336$
PlayStation 3
  • Giappone
    • 1,03 milioni di unità (ipotizzando la totalità di console 20GB, in quanto il prezzo della 60GB è alquanto aleatorio)
    • Prezzo medio: 430$
  • USA
    • 1,69 milioni di unità (ipotizando 90% di console 60GB e 10% di 20GB, di recente dismessa)
    • Prezzo medio: 599$ (60GB), 499$ (20GB)
  • Altri (considerato come fosse 100% mercato europeo)
    • 1,17 milioni di unità
    • Prezzo medio: $778
Moltiplicando e sommando questi dati si ottengono i seguenti fatturati complessivi:
  • Xbox 360: 4,3 miliardi di dollari
  • Wii: 2,5 miliardi di dollari
  • PlayStation 3: 2,35 miliardi di dollari
Il mercato a valore, come è evidente, offre una visione tutta differente dell'attuale stato delle console e di quanto denaro portino nelle casse delle manifatturiere (dati lordi, naturalmente). Pur vendendo più del doppio della console Sony, il fatturato dovuto a Wii non è poi così distante da PlayStation 3. Allo stesso tempo, sebbene Wii sia alle calcagna di Xbox 360 in termini di volumi, sviluppa un fatturato di quasi 2 miliardi di dollari inferiore. Sottolineo che tali dati non tengono conto della profittabilità dell'una o dell'altra console.

Naturalmente, valgono ben poco questi dati per la cosiddetta Console War, in quanto si tratta di un'analisi utile unicamente ad azionisti e analisti di mercato, i quali vedono le aziende in termini monetari.

Financial Games/ Sony Chiude il Q1 2008 in Salita ma con Perdite Annunciate

Sony ha divulgato i risultati finanziari relativi alla chiusura del primo trimestre dell'anno fiscale 2008. La divisione della famiglia di prodotti PlayStation ha registrato un incremento di fatturato del 60,5% rispetto all'anno precedente, per un totale di 1,6 miliardi di dollari. Le vendite dell'hardware - inclusa la sempreverde PlayStation 2 e gli accessori - sono state le maggiori responsabili di questa crescita, pesando per circa il 70%. Nonostante ciò, il segmento giochi è ancora in rosso (237 milioni di dollari di perdite) a causa della vendita sottocosto di PlayStation 3.

Durante una chiamata in conferenza, il vice presidente esecutivo di Sony, Nobuyuki Oneda, ha espresso pareri positivi sui restanti mesi dell'anno, in cui l'azienda ritiene di riuscire a raggiungere il punto di parità grazie al continuo deprezzamento dei componenti di PlayStation 3, quali il Cell, il chip grafico RSX e i diodi ottici del Blu-Ray. "Il margine negativo si estinguerà quando tutti questi fattori saranno rimossi. - ha affermato Oneda - Forse, in maniera marginale, potremo raggiungere questo punto entro l'anno."

Le vendite di console nel trimestre si così suddiviso: 710.000 PlayStation 3, 2,7 milioni di PlayStation 2 e 2,14 milioni di PlayStation Portable. Queste ultime sono cresciute rispettivamente di 370.000 unità e 730.000 unità anno su anno. PlayStation Portable ha beneficiato in maniera sostanziale del taglio del prezzo sui mercati occidentali. Le vendite di software nel trimestre si sono stabilite sulle 4,7 milioni di unità per PlayStation 3, 9,9 milioni per PlayStation Portable (+600.000 unità) e un impressionante 31,1 milioni per PlayStation 2 (in calo però di 1,6 milioni).

La divisione games di Sony ha registrato un inventario di 1,85 miliardi di dollari nel trimestre, un dato negativo in crescita dell'86% anno su anno. Sony ha attribuito tale cifra alla creazione di un inventario di prodotti finiti conseguenti al lancio di PlayStation 3 nei tre mercati principali.

Complessivamente, Sony ha dichiarato ricavi di 16 miliardi di dollari (+13%), con ricavi operativi di 808 milioni di dollari (+267%) e un netto di 540 milioni di dollari (+106%). Le vendite dell'azienda sono state trainate da prodotti del bruno, come i TV LCD della serie Bravia, telecamere portatili Handycam e fotocamere Cyber-shot.

Riferimenti:
[Next-Gen: Sony Games Division Posts Loss]

martedì, luglio 24, 2007

Intellivision all'Acquario

Al centro commerciale Acquario di Vignate (MI) è stata allestita "La Grande Mostra Sugli Squali" e, fra tutto il materiale tecnico e non, è presente una teca dedicata a pubblicazioni di decenni fa aventi protagonisti i predatori dei mari. Come non notare il gioco "Shark! Shark!" per Intellivision? Complimenti agli allestitori!

Come ti Pubblicizzo il Libro: Il Raccoglitore di Anime

Qualche settimana fa mi sono imbattuto in una fascetta di un libro che ha catturato la mia attenzione:
Dal talento visionario del creatore del videogame Grand Theft Auto, un romanzo che risucchierà i lettori nel vortice della fantasia.
Cosa si fa per pubblicizzare un prodotto e attirare più pubblico possibile. In questo caso si fa la leva sul passato dell'autore, ex programmatore di Rockstar North per Grand Theft Auto III e i due spin off successivi. Purtroppo in rete non c'è un profilo dettagliato sul ruolo che Mr. Campbell ha avuto nel capolavoro Rockstar. Penso che fra "creatore" e "programmatore" ci sia un bel divario, soprattutto quando la fascetta lascia intendere che Campbell sia il responsabile dell'ideazione di Grand Theft Auto.

Financial Games/ Ubisoft Alza il Tiro

Ubisoft ha dichiarato che il primo trimestre dell'anno fiscale 2008 è stato particolarmente proficuo, grazie alle vendite determinanti del software di PlayStation 3 e Nintendo DS. Sebbene non abbia ancora annunciato i profitti, Ubisoft ha divulgato che le vendite nel trimestre concluso lo scorso 30 giugno sono salite del 90,5% rispetto all'anno scorso, totalizzando 134 milioni di euro su un obbiettivo di 120 milioni.

Le console di nuova generazione sono le nuove protagoniste del business di Ubisoft e totalizzano il 79% degli introiti rispetto al 42% dello scorso anno. Il lancio di PlayStation 3 ha contribuito pesantemente sul bilancio di Ubisoft, in quanto i titoli per la console Sony - fra cui Rainbow Six Vegas e Oblivion - hanno costituito il 21% dei ricavi. Al secondo posto arriva la console portatile Nintendo (16%), seguita da Xbox 360 e Wii, rispettivamente responsabili del 17% e del 13% del denaro entrato nelle casse del publisher francese. I titoli di maggior successo sono stati Surf’s Up, Prince of Persia Classic, Oblivion (PS3) e Call of Juarez, oltre che Teenage Mutant Ninja Turtles e la serie Petz.

Dato il riscontro positivo del primo trimestre dell'anno fiscale e la line up di titoli in arrivo - Assassin's Creed, Brothers in Arms, Haze, Tom Clancy's Splinter Cell Conviction e Tom Clancy's End War - che hanno ricevuto pareri entusiasmanti all'E3, Ubisoft ha deciso di incrementare l'obiettivo di vendite complessivo. Da stime di 800 milioni di euro di fatturato con un 8% di guadagni, Ubisoft prevede ora 825 milioni di euro e il 9% di guadagni.

Ubisoft si aspetta che il secondo trimestre dell'anno fiscale 2008 totalizzi vendite di 105 milioni di euro, grazie al lancio di titoli come Ghost Recon Advanced Warfighter 2 per PlayStation 3, The Settlers 6 per PC, Jam Sessions per Nintendo DS e il titolo multipiattaforma Surf’s Up in Europa.

Al momento, Ubisoft è il terzo publisher in Nord America e il secondo in Europa.

Riferimenti:
[Next-Gen: Ubisoft Raises Forecast on Q1 Sales]

Army of Two a Novembre

Non sono un grande appassionato degli shooter (in prima o terza persona che siano), ma non posso evitare il fascino che Army of Two esercita su di me. Sviluppato completamente per il gameplay cooperativo a due giocatori, il nuovo titoli di Electronic Arts implementa alcune idee interessanti, come l'Aggro-meter, una sorta di misuratore di aggressività che farà focalizzare i nemici sul giocatore più distruttivo. Quando l'indicatore si sposta completamente verso un giocatore, questi sarà in grado di attivare l'Overkill per godere di munizioni infinite, danni raddoppiati e per offrire la possibilità al compagno di colpire in modo furtivo. La cooperazione sarà indispensabile per superare alcune sezioni di gioco e, come accade ormai in tutti i titoli di un certo livello, il secondo giocatore può unirsi in qualunque momento dell'avventura, sia online che offline.

Army of Two sarà disponibile per PlayStation 3 e Xbox 360 a partire dal 15 novembre in Europa e in Nord America.

Riferimenti:
[Eurogamer: Army of Two dated]

lunedì, luglio 23, 2007

Unreal Engine 3 Ottimizzato per PlayStation 3

Phil Harrison, capo dei Worldwide Studios di Sony, ha dichiarato che l'azienda è al lavoro con i tecnici di Epic per ottimizzare le performance dell'Unreal Engine 3 su PlayStation 3, ammettendo che in principio non è stato fornito il supporto che Epic necessitava. Grazie all'ottimizzazione per le SPU della console Sony, i titoli che sfrutteranno l'Unreal Engine 3 - multipiattaforma e non - otterranno miglioramenti esponenziali su PlayStation 3.

Fra i titoli in fase di sviluppo per PlayStation 3 basati sul motore grafico di Epic spiccano Unreal Tournament 3 (Epic Games), Fatal Inertia (Koei), The Last Remnant (Square Enix), Stranglehold (Midway Chicago). Grazie alla flessibilità e versatilità del motore grafico - che facilita lo sviluppo di titoli multipiattaforma - Unreal Engine 3 è già stato adottato da diverse case di produzione, fra cui Sega, Capcom e Square Enix e il suo uso sembra essere destinato ad accrescere con l'aumentare dei costi di sviluppo per le piattaforme di nuova generazione.

La notizia arriva a qualche giorno di distanza dalle accuse di Silicon Knights, secondo i quali l'Unreal Engine 3 non ha prodotto i risultati decantati da Epic, causando il ritardo di Too Human per Xbox 360. Silicon Knights ha attualmente iniziato una causa contro Epic, affermando che l'azienda non è stata in grado di risolvere i problemi segnalati. Secondo Denis Dyack, presidente di Silicon Knights, i soldi ricavati dalle licenze dell'Unreal Engine 3 non sono stati utilizzati da Epic per supportare gli sviluppatori, bensì per finanziare il bestseller di Xbox 360, Gears of War.

Riferimenti:
[Eurogamer: Harrison pledges Epic support]
[Wikipedia: Unreal Engine 3]

A Giorni il Nuovo Firmware 1.90 per PlayStation 3 [Agg.]

Con grande velocità, Sony sta colmando tutte le mancanze del firmware originale di PlayStation 3 lanciando aggiornamenti a "raffica". E' questione di pochi giorni e si potrà scaricare il Firmware 1.90 che aggiungerà le seguenti funzioni:
  • Possibilità di ordinare i giochi sulla XMB (Cross Media Bar)
  • Espulsione del disco dal menu Opzioni
  • Espulsione del disco dalla XMB premendo il tasto triangolo
  • Possibilità di personalizzare lo sfondo della XMB
  • Emoticon
  • Modifica della classificazione delle cartelle
  • Scelta dell'output del CD audio fra 44.1/88.2/176.4kHz
  • Forzatura dell'uscita del Blu-Ray tramite HDMI a 24KHz
  • Modifica delle impostazioni video nel gioco
  • "Bit Mapping" nelle Impostazioni Musica
  • Salvataggio delle animazioni AVCHD da una Memory Stick
  • Modifica delle impostazioni come l'upscaling giocando ai titoli PlayStation e PlayStation 2
  • Aggiunta dei bookmarks
  • Nuove funzioni di sicurezza negli accessori del browser
  • Movimenti dell'avatar durante una chat audio/video
Di questo passo ci auguriamo arrivi presto anche l'integrazione della XMB nel gioco, che non sarebbe affatto male.

Aggiornamento del 24/07/2007: L'update è scaricabile da oggi collegandosi a PlayStation Network

Riferimenti:
[Kotaku: 1.90 PS3 Firmware Update Hits Japan]

PlayStation Portable Slim in Europa a Settembre

Sony ha confermato che la nuova versione di PlayStation Portable - più leggera e sottile, corredata di un lettore UMD più veloce e dell'uscita TV - arriverà in Europa all'inizio di settembre al prezzo di 169 Euro. Questa volta europei e australiani avranno la console portatile Sony prima del lancio giapponese, previsto per il 20 settembre.

Riferimenti:
[GamesIndustry.biz: Slim PSP will launch in Europe early September, confirms Sony]

venerdì, luglio 20, 2007

Financial Games/ Risultati Finanziari di Microsoft per l'Anno Fiscale 2007

Microsoft ha divulgato i dati della chiusura dell'ultimo trimestre del 2007 e dell'intero anno fiscale conclusosi lo scorso 30 giugno. I risultati degli ultimi tre mesi della divisione Entertainment and Devices Division (EDD) sono stati afflitti dall'estensione della garanzia di Xbox 360 a tre anni, stimata per circa 1,06 miliardi di dollari. Questa somma ha contribuito pesantemente a incrementare le perdite della divisione, che hanno raggiunto quota 1,2 miliardi di dollari. Anche i ricavi sono diminuiti del 10% rispetto all'anno scorso (1,16 mmiliardi di dollari), principalmente a causa delle vendite inferiori di Xbox 360, controbilanciate però dalle buone performance di Zune e degli accessori Xbox.

I risultati cambiano completamente per quanto riguarda l'intero anno fiscale dove, nonostante abbia registrato perdite di 1,89 miliardi di dollari (+47%), la divisione EDD ha registrato ricavi in crescita del 28%, per un totale di 6,08 miliardi di dollari. Secondo Microsoft, le ragioni di tale incremento sono da ricercare nell'aumento delle vendite di Xbox - sono state distribuite 6,6 milioni di console per un totale di 11,6 milioni, mancando di un soffio il target di 12 milioni - di Zune e degli accessori Xbox. Anche il settore giochi ha registrato un buon trend, con un incremento del 19% che corrisponde a 650 milioni di dollari.

Nel complesso, Microsoft Corporation ha dichiarato ricavi di 51,12 miliardi di dollari, con un incremento del 15% rispetto all'anno precedente.

L'anno fiscale 2008 si prospetta decisamente positivo per la divisione Entertainment & Devices. Il fatto di aver addossato tutte le spese per l'incremento della garanzia di Xbox 360 nell'ultima parte del 2007 libera l'azienda di un grosso peso per l'anno successivo, in cui potrà minimizzare le perdite dovute all'assistenza della console. Inoltre, Microsoft ha confermato che il costo di produzione della console è in continua diminuzione, il che rende sempre più probabile un taglio di prezzo per la stagione invernale e un conseguente incremento della base installata. L'arrivo di titoli come Grand Theft Auto IV, Halo 3, Mass Effect e altri entro la fine del 2007 contribuirebbe a dare la spinta necessaria alla console Microsoft per dare un profitto all'azienda, che da anni ormai gestisce il business dell'Entertainment pericolosamente nella zona rossa.

Riferimenti:
[GameDaily BIZ: Xbox Division Posts $1.9 Billion Operating Loss for Fiscal 2007]

Ritorno Al Passato, il Clima Torna in Gara

Con gli anni i giochi di guida hanno guadagnato realismo, motori fisici di ogni genere, accuratezza grafica oltre le aspettative e una serie sterminata di varianti di elaborazioni dei veicoli. Ma una cosa è andata persa rispetto ai "bei tempi andati": il clima. Con le risorse limitate del 2D, soprattutto, gli sviluppatori erano soliti immergere il giocatore in qualunque tipo di avversità climatica pur di creare una certa varietà fra le varie gare. Nello stesso gioco si passava da circuiti su terreno asciutto a quelli con fondo bagnato, allagato, innevato; il solleone estivo lasciava il posto alle nuvole, ai temporali e alle tempeste da una sessione all'altra, senza contare la nebbia, un espediente molto utilizzato per rendere difficile la vita al provetto pilota virtuale, nascondendo allo stesso tempo le limitazioni dei primi hardware 3D.

Al giorno d'oggi, i maggiori titoli di guida sembrano essere monotematici nel loro trascurare che le condizioni climatiche, nella vita reale, mutano con una certa frequenza. A parte poche eccezioni - rappresentate spesso da titoli prettamente arcade come Excite Truck o da quelli di rally - i circuiti innevati si perdono nella memoria, insieme a quelli pieni di pozzanghere o con la nebbia.

Quanto era pressochè la norma più di una decina di anni fa, torna a fare notizia oggi grazie a Project Gotham Racing 4. Ci sono voluti ben 3 capitoli per rendere le città meno morte di Silent Hill e un quarto per introdurre le condizioni climatiche. Il tutto con uno spreco di parole e di PR impressionante. Il risultato è certamente incredibile, come mostrano i diversi filmati, e il gameplay ne gioverà, ma era davvero necessario tutto questo tempo per introdurre degli elementi così semplici e naturali in un gioco?

Riferimenti:
[Eurogamer: First Impressions: Project Gotham Racing 4]

Ipse Dixit/ Itagaki's Power

Durante un'intervista con Game Informer, Tomonobu Itagaki, leader del famigerato Team Ninja, ha pronunciato una delle frasi più adatte a descriverne la personalità:
"Mi piacerebbe mostrare a tutti alcuni dei nuovi progetti su cui stiamo lavorando. L'unico problema è che quando gli altri sviluppatori vedranno ciò che stiamo realizzando, perderanno tutta la motivazione nel creare qualunque altro gioco nello stesso genere, perchè non c'è modo che possano superarlo"
Presuntuoso ed egocentrico come sempre, ma assolutamente geniale. Attendiamo Ninja Gaiden 2.

Riferimenti:
[Game Informer: Team Ninja's Itagaki Speaks His Mind]

Microsoft Aderisce al PEGI Online

In un periodo in cui i riflettori sono puntati sul sistema di autoregolamentazione della vendita del videogioco, Microsoft ha annunciato di aver firmato il PEGI Online, che si propone di proteggere i minori quando giocano in rete. L'azienda di Redmond è la prima fra le manifatturiere di console a firmare tale accordo.

Chris Lewis, Regional Vice President Entertainment and Devices Division di Microsoft ha affermato:
"Siamo davvero soddisfatti di essere la prima piattaforma a firmare con PEGI online e di essere il partner più importante del gruppo di lavoro del PEGI Online. Si tratta di uno splendido passo avanti per aiutarci a diffondere le informazioni, l’educazione e la protezione degli standard PEGI per il mondo online ai giocatori di Xbox LIVE e dei giochi per Windows LIVE. Garantire videogiochi sicuri è un nostro impegno e continueremo a lavorare con i nostri partner per rafforzare la posizione dei genitori – e offrire un eccellente digital entertainment ai consumatori".
Al di là della regolamentazione e dell'adesione dei vari produttori di software e hardware, sono gli utenti stessi i maggiori resonsabili dei "pericoli" che si possono incontrare durante il gioco in rete. Dal linguaggio che si usa in chat alla crescente importanza dei contenuti generati dagli utenti, i primi a doversi imporre delle regole dovremmo essere noi giocatori. "Per un mondo online migliore", si direbbe in campagna elettorale.

giovedì, luglio 19, 2007

L'X07 Salta il Turno

Aaron Greenberg, group product manager di Xbox 360 e Xbox Live, ha dichiarato durante un podcast su Squad XP che quest'anno non si terrà il canonico evento di portata europea che avrebbe dovuto chiamarsi X07.
"Non c'è un reale X07 quest'anno ma penso che troveremo il modo di parlare del 2008 prima o poi in un evento differente o con un metodo diverso"
Nel frattempo, sembra già il Regno Unito si stia preparando per organizzare un evento locale per svelare a rivenditori e giornalisti le novità del 2008. Un portavoce della divisione inglese di Microsoft ha affermato "Siamo in procinto di fare qualcosa qui in UK. Sarà una manifestazione dal punto di vista del Regno Unito, non da quello europeo".

Gli eventi annuali di Microsoft hanno sempre avuto grande importanza per divulgare notizie importanti per il mondo Xbox, non solo quello europeo. Vista la scarsità di notizie relative al prossimo anno durante l'E2 2007, si credeva che Microsoft avrebbe riparato proprio all'X07, ma così non sarà. L'assenza dell'X07 si farà sentire, ma non dovrebbe allarmare gli appassionati. Già nel 2004 Microsoft aveva deciso di saltare l'X04 nonostante il successo dell'anno prima. Per pura speculazione, è possibile che la cancellazione dell'X07 sia dovuta a un programma atto a recuperare il denaro preventivato per le riparazioni di Xbox 360...

Riferimenti:
[Gamesindustry.biz: Microsoft cancels X07 event]
[Eurogamer: UK to get own MS event this year]

mercoledì, luglio 18, 2007

PlayStation 3 Raggiunge il Milione in Giappone

Stando ai dati rilevati da Enterbrain, PlayStation 3 ha raggiunto la soglia del milione di console vendute - più precisamente 1.01 milioni - in terra nipponica. La console Sony è rimasta indietro rispetto a quella Nintendo, che ha venduto 2,9 milioni di Wii, ma è fermamente avanti rispetto alla rivale Microsoft, che in Giappone ha raggiunto il misero numero di 420.720 unità in oltre un anno e mezzo dal lancio.

A livello globale, il sito VGChartz.com ha aggiornato le statistiche di vendita, secondo cui Xbox 360 è ferma a 10,08 milioni di console, tallonata dalla console Nintendo che continua a mietere record arrivando a 9,05 milioni di unità. PlayStation 3 ha raggiunto quota 3,95 milioni, un risultato deludente per gli analisti del settore, ma di certo non disastroso considerando il vantaggio temporale di Xbox 360.

Riferimenti:
[Gamesindustry.biz: PS3 sales top 1m in Japan - Enterbrain]

Peter Moore Lascia Microsoft

Microsoft ha annunciato che Peter Moore ha rassegnato le proprie dimissioni da corporate vice president della divisione di interactive entertainment dell'azienda. Moore è stato l'uomo simbolo di Xbox e Xbox 360 fin dal 2003, dopo aver lasciato Sega al termine della produzione del Dreamcast. Il futuro di Peter Moore sarà in Electronic Arts come presidente di EA Sports a partire da Settembre, dove riporterà direttamente al CEO di Electronic Arts, John Riccitiello.

Secondo quanto dichiarato dall'ex numero 2 di Microsoft, le dimissioni non hanno nulla a che vedere con i recenti annunci dell'azienda di incrementare il periodo di garanzia di Xbox 360 a 3 anni (con un conseguente esborso stimato di 1,5 miliardi di dollari) nè da altri problemi di business. A quanto pare la motivazione riguarda unicamente la propria famiglia e il desiderio di tornare nella Bay Area della California, ovvero a San Francisco. Le dimissioni sono state rassegnate ben cinque settimane fa, prima dell'E3, quindi.

Da un documento inviato alla SEC (Securities and Exchange Commission), è stato possibile anche visionare il lato economico della dipartita. Electronic Arts ha raggiunto l'accordo con Moore per uno stipendio annuo di 550.000 dollari, a cui si aggiunge un bonus descrezionale a raggiungimento del target che può raggiungere il 75% della paga annua. Inoltre, Moore riceverà una una-tantum di 1,5 milioni di dollari come riconoscimento delle eventuali perdite dovute alle dimissioni da Microsoft.

Nel suo nuovo ruolo, Peter Moore si troverà a confronto con le aziende che fino al giorno prima erano da considerare rivali. Jack Tretton di Sony of America ha già inviato il benvenuto a Moore: "Sono sicuro che [le ottime relazioni con EA] continueranno anche sotto la guida di Peter"

Don Mattrick, ex presidente dei worldwide studios di Electronic Arts, prenderà il posto di Peter Moore in Microsoft. Don Mattrick si era unito a Microsoft lo scorso 30 giugno in qualità di consulente esterno. "E' probabilmente uno delle migliori tre persone sul mercato in termini di esperienza e profondità di conoscenza", ha affermato lo stesso Peter Moore nei confronti di Don Mattrick.

La dipartita di Moore è senza dubbio un duro colpo per Microsoft, in quanto l'ex dirigente aveva saputo coinvolgere come pochi prima stampa e pubblico grazie all'ottimo carisma e alla grande reputazione nel mondo videoludico. A Moore vanno i migliori auguri per la nuova carriera e a Mattrick un caloroso benvenuto. Per ascoltare le parole di Peter Moore direttamente dalla sua bocca, è possibile scaricare l'intervista con Major Nelson da questo indirizzo.

Riferimenti:
[Gamesindustry.biz: Peter Moore resigns from Microsoft]
[Gamesindustry.biz: Move to EA "unrelated" to 360 warranty issue, says Moore]
[Gamesindustry.biz: Sony wishes Moore luck in new role]
[Next-Gen.biz: Peter Moore Leaving MS for EA Sports]

martedì, luglio 17, 2007

Ninja Gaiden, Killer App su PlayStation 3

In uno sprazzo di effervescenza che chiude il comunicato stampa di Ninja Gaiden Sigma per PlayStation 3, Biagio Sileno di Pulsar Communication ha definito l'action-game di Tecmo un titolo che "si prospetta come la prima vera killer application" della console Sony. Le PR contengono frequentemente frasi eclatanti come questa, ma nel caso di Ninja Gaiden Sigma potremmo essere vicini alla realtà.

Anche a distanza di qualche anno, Ninja Gaiden rimane uno dei migliori titoli d'azione mai realizzati. Non si tratta solo della componente tecnica, migliorata ulteriormente su PlayStation 3, bensì della giocabilità, che riesce ad appassionare senza mai risultare banale. Per una volta, l'intelligenza artificiale in un gioco d'azione non è presente solo per farsi massacrare, in quanto reagisce coerentemente alle azioni del giocatore, in una danza di acrobazie che convolge il giocatore fin dal principio. La difficoltà non lo rendeva certo accessibile a tutti, ma coloro che si sono cimentati con passione ne hanno tratto grandi soddisfazioni.

Ninja Gaiden Sigma non è un esclusiva della console Sony - ne possono godere anche i possessori di Xbox 360 grazie alla perfetta retrocompatibilità del gioco -, ma contiene diversi contenuti aggiuntivi che solleticano le gole dei perfezionisti. Rachel è un personaggio giocabile, è stato implementato una funzionalità che sfrutti i sensori di movimento del SIXAXIS e vi sono 3 capitoli aggiuntivi per un totale di 19 suddivisi in 50 missioni.

Non è certo un buon biglietto da visita per la console Sony il fatto che una killer application sia una rivisitazione di un titolo che, a suo tempo, aveva fatto ingelosire i possessori di PlayStation 2. In ogni caso, bisogna riconoscere il valore del gioco e, se le cose non sono cambiate da qualche anno a questa parte, Ninja Gaiden ne ha da vendere.

L'unico appunto che mi sento di fare è il prezzo: 69,99 euro sembrano davvero troppi per Ninja Gaiden Sigma, il cui prezzo ideale sarebbe stato almeno 20 euro in meno.

venerdì, luglio 13, 2007

E3 2007: PlayStation 3 60GB KO in USA, Starter Pack in Europa

Qualche giorno addietro, Sony annunciava il taglio di prezzo di PlayStation 3 - la cui versione a 60GB passava da 599 a 499 dollari - e l'introduzione di un nuovo modello con hard disk da 80GB nuovamente al prezzo di 599 dollari (con un gioco in bundle). La strategia di Sony non è stata chiara fin dal principio: la versione da 60GB al nuovo prezzo sarà disponibile solo fino ad esaurimento degli stock e verrà completamente rimpiazzata dalla versione a 80GB.

Può essere chiamato un vero taglio di prezzo? A mio avviso tale mossa si avvicina maggiormente a un'operazione "Fuori tutto" (come la chiamano i nostri negozi generalisti), una sorta di svendita della vecchia versione di una console la cui identità non conosce pace. Prima è stato il turno di PlayStation 3 20GB, ora è la versione a 60GB a uscire dal mercato americano. Per quanto offra un valore aggiunto, ovvero un hard disk più capiente e un gioco in omaggio, la console Sony tornerà presto in America a costare 599 dollari, perseguendo una fasica di prezzo che non ha dato grandi risultati di vendita fino a oggi.

la situazione per l'Europa è differente. Al momento non è prevista la distribuzione della versione a 80GB e nemmeno un calo di prezzo. Al contrario, sarà disponibile a partire dal primo di Agosto uno Starter Pack che includerà due controller Sixaxis e due titoli a scelta fra Resistance: Fall of Man, Motorstorm, Genji: Days of the Blade, Formula One Championship Edition e Ridge Racer 7. A fronte di un valore aggiunto per l'utente di circa 150 Euro, il prezzo rimarrà invariato a 599 Euro. C'è chi preferirebbe uno sconto nudo e crudo sulla console in quanto la soglia psicologia dei 599 Euro è ancora alta, ma bisogna ammettere che la competitività dello Starter Pack è davvero azzeccata. Soprattutto nei confronti di Xbox 360 Elite che, una volta arrivata sul mercato europeo a fine Agosto, costerà, a parità di valore, addirittura di più di PlayStation 3.

Riferimenti:
[Eurogamer: E3: No more 60GB PS3 for US from July, says Reeves]
[Eurogamer: E3: No PS3 price cut for Europe]

Aggiornamento lista di Retrocompatibilità per Xbox 360 - Luglio 2007

Una promessa è una promessa: nonostante Microsoft abbia annunciato che il lavoro sull'allargamento della lista dei titoli Xbox compatibili con Xbox 360 si sarebbe presto fermato, ecco arrivare un nuovo aggiornamento che rende i due capitoli di OutRun 2, i due Project Gotham Racing e MotoGP 2 giocabili anche sulla nuova console del gigante di Redmond.

La lista complessiva dei titoli retrocompatibili raggiunge così circa 300 titoli, un traguardo niente male per tutti i possessori di titoli Xbox.


America's Army
Auto Modellista
Bass Pro Shops Trophy Hunter 2007
Blinx 2
Bloodrayne 2
Burnout
Crash Bandicoot 4
Doom 3: Resurrection of Evil
Drive to Survive
Drive to Survive (EM)
ESPN College Hoops
ESPN NHL 2K5
Evil Dead Regeneration
FIFA Street 2
Full Spectrum Warrior: 10 Hammers
GUILTY GEAR XX #RELOAD
Harry Potter: And the Chamber of Secrets
Harry Potter: And the Prisoner of Azkaban
Hot Wheels: Stunt Track Challenge
Justice League: Heroes
King Arthur
Kingdom Under Fire: The Crusaders (No funzioni Live)
Magic: The Gathering: Battlegrounds
Marvel Nemesis: Rise of the Imperfects
Marvel vs. Capcom 2
Mech Assault 2
MLB Slug Fest 2003
Morrowind
MotoGP2
Myst III: Exile
NBA Live 2002
NCAA Football 06
Outlaw Golf 9 More Holes of X-mas
Outlaw Volleyball: Red Hot
Outrun 2
Outrun 2006: Coast to Coast
Pac Man World 3
Panzer Elite Action: Fields of Glory
Pro Cast Sports Fishing
Project Gotham Racing
Project Gotham Racing 2
RoadKill (No funzioni Live)
Sega GT Online
Shadow Ops
Showdown: Legends of Wrestling
Silent Hill 2: Dreams
Sponge Bob Square Pants: Lights, Camera, Pants!
Teenage Mutant Ninja Turtles: Mutant Melee
The DaVinci Code
The Sims 2
The Urbz: Sims in the City
Tony Hawk's Pro Skater 2X
Tony Hawk's Pro Skater 3
Transworld Surf
Trivial Pursuit Unhinged
Winning Eleven 8
Without Warning
WWE Raw
Yu-Gi-Oh! The Dawn of Destiny

La retrocompatibilità dei seguenti titoli è stata migliorata:
Crash Bandicoot 5: Wrath of Cortex
Jet Set Radio Future
Rogue Ops
Sega GT 2002

Riferimenti:
[Majornelson.com: July 2007 Back Compat update]

giovedì, luglio 12, 2007

E3 2007: Tre Giganti a Confronto

E' stato un inizio particolare, quello dell'E3 2007. Le conferenze stampa indette dai tre big del settore si sono mosse su piani differenti, ciascuna rincorrendo i propri obiettivi, ma accomunati da un fatto inconfutabile: l'assenza di annunci eclatanti. La maggior parte degli interventi si è focalizzata su fatti in gran parte già masticati e digeriti dall’ingordigia di notizie di Internet. E' un E3 differente da quelli passati, non solo nel formato ridotto e dedicato agli addetti del settore. Non si può più parlare di Next-Generation, seppure PlayStation 2 continui a tenere banco. Le tre console rivali, dopo aver piantato le radici, stanno crescendo con l'obiettivo unico di attrarre quanti più videogiocatori possibile.

Fra tutte, Nintendo è stata nuovamente l'azienda che ha presentato il prodotto più particolare: Wii-Fit è il nuovo gioco di fitness per Wii che verrà venduto in bundle con una pedana, la Wii Balance Board, in grado di misurare peso ed equilibrio. Chiaramente indirizzato alla fascia di non-videogiocatori che Wii ha già saputo catturare con Wii Sports, Wii-Fit permette di organizzare la propria vita sportiva con attività di stretching, aerobica e altri tipi di ginnastica casalinga. Il tutto con costante controllo del proprio peso, statistiche e programmi di allenamento. Secondo Satoru Iwata, presidente di Nintendo, si tratta di un passo avanti per "rompere le barriere fra giocatori e non", anche se tale periferica rischia di divenire di puro appannaggio dei non videogiocatori. Senza contare che, per utilizzare al meglio Wii-Fit, è necessario uno spazio non indifferente nel proprio salotto o nella cameretta, un problema (sottovalutato) già emerso nel caso di Wii-Sports. Restando in tema di periferiche, Nintendo ha presentato Zapper, un accrocchio in cui infilare Wii-mote e Nunchuck per simulare una pistola. Zapper sarà compatibile con Metroid Prime 3: Corruption (Nintendo), Ghost Squad (Sega), Resident Evil: Umbrella Chronicles (Capcom) e il nuovo Medal of Honor (Electronic Arts).

Il resto della conferenza Nintendo ha visto l'annuncio delle date ufficiali di titoli come Super Mario Galaxy (Nintendo) e Super Smash Bros. Brawl (Nintendo), in arrivo rispettivamente il 12 Novembre e il 3 Dicembre (in europa, quest'ultimo è slittato al 2008). E' stato rivelato anche il nuovo capitolo di Mario Kart, completo di modalità online ma previsto per l'inizio del 2008. Evidenziando i 5,5 milioni di utenti connessi online, le 230 milioni di sessioni di gioco totali e i 5,6 milioni di download dalla Virtual Console, Nintendo ha ribadito l'intenzione di perseguire seriamente la strada della connettività online di Wii e di Nintendo DS, grazie anche al supporto delle terze parti. Electronic Arts, infatti, ha già annunciato che sia Madden sia FIFA godranno del gioco online su Wii. Purtroppo, tutto tace sul fronte dell’usabilità del sistema online, ancorato al vetusto concetto dei codici console che mettono a dura prova la memoria dei giocatori. Infine, ha fatto l'ingresso in scena anche il nuovo canale Check Mii Out (titolo provvisorio, con l'augurio che Nintendo comprenda presto che non tutto il mondo è anglofono) in arrivo entro la fine dell'anno, dal quale è possibile votare i Mii altrui per incrementarne la popolarità.

Dai Mii agli avatar di Sony, l'approccio di quest'ultima è stato quanto mai originale poichè tutti gli speaker sono stati preceduti proprio dai relativi alter ego virtuali creati in PlayStation Home. Secondo le intenzioni dell'azienda nipponica, l’ambiente virtuale per PlayStation 3 mira a divenire una sorta di MySpace, poggiando su parole chiave come personalizzazione e interattività. PlayStation Home ha avuto un ruolo centrale nella conferenza e lo avrà anche nelle case dei possessori della console Sony, in quanto si propone di divenire la dashboard principale, dalla quale avviare i giochi, organizzare sessioni online con gli amici, chiacchierare, scaricare contenuti dal PlayStation Store o, ancora, socializzare con gli altri utenti. E' stata presentata anche la nuova funzionalità che permette, tramite l'uso di un telefono SonyEricsson, di scattare una fotografia e inviarla direttamente a PlayStation Home tramite la connessione internet del cellulare. Durante la dimostrazione, la fotografia è apparsa direttamente su un quadro all'interno della casa dell'avatar.

C'è stata grande enfasi su PlayStation Portable, in cui Sony continua a credere fermamente, tanto da creare una nuova versione più leggera, sottile e con l'accesso al disco più veloce, oltre che disporre di un uscita TV per coloro che sentano il bisogno di uno schermo più ampio. La nuova PlayStation Portable sarà disponibile in diverse colorazioni a partire da settembre in contemporanea mondiale. Sul fronte dei giochi per PlayStation 3, la rassegna dei titoli ha preso in considerazione tutti i grandi nomi che ormai si sentono da tempo, compreso Metal Gear Solid 4, che ha catalizzato l'attenzione dei presenti grazie all'intervento di Hideo Kojima. Non è mancato Killzone 2, questa volta mostrato con una demo in tempo reale, che si è fatto notare per l'atmosfera più che per la realizzazione tecnica, di prim'ordine ma lontana dall'infame video del 2005. Fra tanti titoli conosciuti, l'unica reale novità si è materializzata per mano dei creatori di Sly Cooper, Sucker Punch, che hanno presentato Infamous. I titoli in pentola per PlayStation 3 sono tanti, ma parecchi di questi non saranno disponibili prima dell'anno nuovo ed esclusive come Haze e Unreal Tournament 3 appariranno su altre piattaforme nel 2008.

Per contro, Microsoft ha condotto la propria conferenza stampa all'insegna del secondo semestre del 2007, dichiarando di avere "la line-up natalizia migliore che si sia mai vista". Con la sola eccezione di Resident Evil 5, tutti i titoli mostrati saranno, infatti, pubblicati nel corso del 2007, dando ai presenti un chiaro sguardo su cosa aspettarsi nell'immediato futuro. Tanti giochi, quindi, ma davvero poche novità o grandi annunci. Senza l’attesa riduzione di prezzo per controbattere PlayStation 3 e con solo una manciata di titoli spuntati dal nulla (fa i quali i party game Scene it? e Viva Pinata: Party Animals), la conferenza Microsoft potrebbe sembrare la più povera fra tutte. La decisione di concentrarsi sul 2007, però, si è dimostrata una strategia efficace per attirare i giocatori verso la propria piattaforma, che nei prossimi sei mesi vedrà esclusive come Halo 3, Project Gotham Racing 4, Mass Effect, Blue Dragon e Splinter Cell: Conviction.

Halo 3 porterà con sè un’edizione limitata di Xbox 360 e, sul fronte hardware è stata annunciata la data di commercializzazione della versione Elite in Europa. La nuova console sarà disponibile nel Vecchio Continente a partire dal 24 agosto, ma non è stato specificato alcun prezzo, anche se è probabile un posizionamento analogo alla versione americana, ma in Euro. Parlando dei dati di vendita, Peter Moore si è soffermato sul fatto che ben due terzi del software venduto per le console di nuova generazione appartiene a Xbox 360. “I dati di vendita dell'hardware sono importanti, ma lo sono altrettanto quelli del software”, ha affermato Moore, secondo il quale Xbox 360 è la console che sta offrendo ai publisher le maggiori possibilità di guadagno.

Usciti dalle conferenze stampa, si ha come l'impressione di aver assistito a un dejà-vu, senza che questo sia inteso come un segno preoccupante, in quanto i titoli da attendere non mancano davvero. Le aziende in gioco sono sembrate ben consce delle carte da giocare, siano esse nuovi concetti di videogioco, un’offerta mirabile nel breve periodo o una visione a lungo termine. Dopo il boom degli anni precedenti in cui i lanci delle nuove console catalizzavano l’interesse di stampa e pubblico, è arrivato il momento di consolidare la presenza dell’hardware nelle case dei videogiocatori. Come al solito saranno i giochi il vero ago della bilancia.

E3 2007: Peter Moore Parla con Eurogamer

Eurogamer ha pubblicato una lunga e intelligente intervista con Peter Moore, in cui l'executive di Microsoft risponde a domande scottanti come la difettosità di Xbox 360 e la situazione di Microsoft in Giappone. Parte dell'intervista è dedicata, naturalmente, all'E3 2007 e alla posizione di Microsoft nei confronti della concorrenza. Peter Moore si è dimostrato disponibile e, anche se qualche domanda ha ricevuto risposte un po' evasive, ha fornito un quadro ben definito circa le intenzioni del colosso di Redmond.

Riferimenti:
[Eurogamer: E3: Peter Moore]

E3 2007: Burnout Paradise in Video

Criterion ed Electronic Arts hanno mostrato all'E3 2007 un nuovo video di Burnout Paradise che lascia ben sperare sul futuro della serie. Sicuramente dal punto di vista grafico spiccano migliorie non da poco, soprattutto sulla fisica che governa gli incidenti e le deformazioni delle auto in gara, ora più realistiche e, soprattutto, varie. Dopo che tanti titoli di corse hanno preso spunto da Burnout, sembra che sia il turno di Criterion di citare i titoli della concorrenza. Le evoluzioni aeree - che probabilmente sviliranno il tema puro delle corse, ma che sono tanto belle da vedere - sembrano prese direttamente da Excite Truck, o dal più vecchio Vanishing Point.



Riferimenti:
[Gamesradar: Burnout Paradise gameplay footage wrecks our hearts]

mercoledì, luglio 11, 2007

Evento/ Incontro pre-E3 con Activision

Tenere la bocca chiusa per due settimane quando si è visto qualcosa di speciale è ben più arduo di quanto si possa pensare. Oggi, finalmente, cade l’embargo che ha tenuto velati i commenti della stampa circa l’evento organizzato da Activision il 22 giugno, in cui i giornalisti italiani – per la prima volta, ha sottolineato Francesca Carotti, PR Manager dell’azienda – hanno potuto visionare in anteprima i titoli mostrati a partire da questo pomeriggio all’americanissimo E3. Con l’aiuto di Blake Hennon della divisione statunitense di Activision, siamo stati portati per mano attraverso la line up invernale per console di nuova generazione e non.

Fra licenze cinematografiche e franchise pluridecorati, potrebbe sembrare che Activision abbia esaurito la propria vena creativa finendo inesorabilmente per fossilizzarsi sui nomi noti dell’industria videoludica. E’ sicuramente questo il primo pensiero che balza in mente quando la lista dei titoli in presentazione comprende una nuova avventura dell’Uomo Ragno, lo spin off dell’orco buonino di Dreamworks, l’ennesimo capitolo dedicato al “pilota di skate” Antonio Falco e l’annunciata nuova chiamata al dovere per un servizio militare che non conosce congedo. Eppure, al termine della presentazione, era inevitabile scorgere dei gran sorrisi sulle facce dei presenti, segno inconfutabile di una soddisfazione che viene dal profondo della propria passione videoludica. Col rischio di sembrare troppo celebrativo – qualcheduno non è stato colpito quanto gli altri, è inevitabile –, penso che Activision abbia trovato il modo di rinvigorire quanto aveva nelle proprie mani per renderlo più attuale che mai. Non si sta reinventando certo la ruota, ma quel che è sicuro è che la si sta utilizzando al meglio.

I titoli della line-up sono stati presentati in forma giocabile nella versione per Xbox 360 - fatta eccezione per Guitar Hero III.in video -, ma il controller è rimasto saldamente nelle mani di Blake tranne durante una sessione in co-op a Spider-Man: Friend or Foe.

Piattaforme: Xbox 360, Wii, PC, PlayStation 2

Tratto dall’omonimo lungometraggio che giungerà in Italia a fine Agosto, Shrek Terzo è un titolo indirizzato a un’utenza particolarmente giovane. A essi è dedicato il gameplay semplice e senza troppi cavilli, che fa di tutto per offrire un’esperienza di gioco varia grazie alla possibilità di controllare i diversi protagonisti, seppur in aree predefinite del gioco. Come ormai di consueto, non possono mancare i minigiochi, sei per la precisione, con cui svagarsi con gli amici. Shrek Terzo si presenta piuttosto bene sotto l’esame tecnico, con personaggi e ambientazioni ben modellati e, almeno nella versione in inglese, con il cast di doppiatori originali. Tutto sommato, Shrek Terzo si è rivelato il titolo meno entusiasmante della rassegna, probabilmente a causa dello schema di gioco “ordinario”.

Piattaforme: Xbox 360, Wii, PlayStation 2, PC

Come Shrek Terzo, anche Bee Movie è un gioco di derivazione cinematografica orientato a un pubblico di giovanissimi. Beenox, sviluppatore del gioco, è però riuscito a introdurre idee divertenti per offrire qualcosa di nuovo nel panorama delle licenze cinematografiche. Nei panni di un’ape, il giocatore dovrà affrontare innumerevoli ostacoli che danno luogo a sessioni di gioco differenti. Dapprima si deve raccogliere il polline dai fiori per impollinarne altri, poi ci si trova coinvolti in una sorta di corsa nel traffico, passando per sessioni di guida libera nella città delle api. Il tutto condito con una sana dose di umorismo che riprende la verve del film Dreamworks. E’ particolarmente interessante la sezione in cui, in una giornata piovosa, si deve utilizzare una sorta di bullet time per schivare tutte le gocce d’acqua e trovare riparo sotto una pensilina o un ombrello di un passante. Non mancano i Quick Time Events, che rendono determinate sezioni di gioco più concitate e cinematografiche. Bee Movie è stato concepito per Xbox 360, il che ha garantito una certa accuratezza nella realizzazione grafica, particolarmente gratificante grazie ad animazioni fluide e ambientazioni particolareggiate. Non siamo ai livelli del film animato come suggerito in un momento di euforia da Blake Hennon, ma i risultati sono sicuramente buoni.

Piattaforme: PlayStation 3, Xbox 360, Wii, PlayStation 2

Chi pensa che Neversoft sia alla frutta, si sbaglia. Il franchise di Activision è riuscito a stupire nuovamente grazie a una meccanica di gioco raffinata a livelli maniacali e a un’impressionante focus sulla community e sulla personalizzazione del gioco. Proprio riguardo la customizzazione, Neversoft ha creato quanto definisce “il primo gioco in grado di condividere contenuti generati dagli utenti”. Non si tratta solo della possibilità di scattare fotografie con una serie interminabile di filtri, oppure di montare video come se si fosse in sala di registrazione – cose che Tony Hawk’s Proving Ground offre in maniera magistrale -, bensì dell’opportunità di creare la propria Skate Lounge aggiungendo qualunque genere di attrezzatura sia utile per “skateare” al massimo e condividerla con altri giocatori. Un’altra opportunità di personalizzazione deriva dalla città stessa, che memorizza ogni oggetto aggiunto rendendolo persistente per le prossime partite. In pratica, è possibile trasformare la città di cemento che fa da sfondo al gioco in un enorme skate park. Come altri titoli nel panorama videoludico, anche Proving Ground lascia che le azioni del giocatore influenzino il corso della storia e l’evoluzione dello skater che controlla, grazie a tre parametri che ricordano le statistiche degli RPG. A seconda di come si gioca, del comportamento tenuto nei confronti dei passanti, ma soprattutto del tipo di trick effettuati, il proprio skater assumerà caratteristiche differenti. E il gameplay? E’ sempre Tony Hawk, gli appassionati non faticheranno a sentirsi nuovamente a casa, mentre i neofiti gradiranno la semplicità del sistema di controllo che rende l’esperienza di gioco spettacolare fin dalle prime partite. Tornano i “Nail the trick” visti in Project 8, ovviamente raffinati e variegati in numero e in genere. Sotto il profilo tecnico, quanto mostrato è a dir poco stupefacente, grazie all’impressionante livello di dettaglio sia di personaggi che della città nel suo complesso. Sebbene fosse una demo, il motore grafico ha mostrato di avere i muscoli e di saperli usare benone, a garanzia di un’ottima fluidità di gioco. Tony Hawk’s Proving Ground è stato il titolo da cui ci aspettavamo di meno e che invece ci ha spiazzati in pieno: non vediamo l’ora.

Piattaforme: Xbox 360, Wii, PlayStation 2, PC

Dopo il deludente Spider-Man 3 – sia al cinema e nel videogame –, fa piacere vedere che l’Uomo Ragno è tornato per riscattarsi. La meccanica di gioco di Spider-Man: Friend or Foe deriva direttamente da Xmen Legends e da Marvel: la Grande Alleanza. La particolarità consiste nel fatto che, una volta sconfitti i nemici principali, è possibile assoldarli portandoli a combattere nel proprio team. Non manca la modalità co-operativa in cui un secondo giocatore può entrare in qualunque momento in partita e prendere il controllo del gregario di Spider-Man. Lo stile grafico e il gameplay collaudato fanno di Spider-Man: Friend or Foe un titolo da tenere d’occhio per gli amanti dei supereroi Marvel e gli appassionati di titoli d’azione in generale.

Piattaforme: PlayStation 3, Xbox 360, PC

Infinity Ward riprende in mano il proprio franchise bellico dopo la pausa del terzo episodio e decide di abbandonare il Secondo Conflitto Mondiale per dedicarsi a qualcosa di più attuale, beneficiando di una storia originale, armi avanzate ambientazioni e situazioni di gioco del tutto nuove per la serie. Senza usare mezzi termini, il risultato è qualcosa di veramente eccezionale. Sarà stato l’impianto audio con i decibel a mille, oppure il gioco proiettato su un telo da conferenze, sta di fatto che Call of Duty 4 ha davvero dell’incredibile. Torna il discorso del “reinventare la ruota”: Infinity Ward ha confezionato un altro sparatutto in prima persona, con le solite migliorie del caso e le feature aggiunte che spesso servono solo a condire il retro della confezione. Il reale passo avanti risiede nel coinvolgimento che il giocatore trae dall’esperienza di gioco. Grazie a un comparto tecnico che mira all’eccellenza (e ben saldo sui 60 frame per secondo) e a una direzione artistica di altissimo livello, Call of Duty 4 offre un grado di immedesimazione stupefacente. Nel primo livello mostrato, un elicottero sopraggiunge su una petroliera nel mare burrascoso. Raggiunto il punto di attacco, la squadra del giocatore prende parte all’attacco ed è subito un susseguirsi di sparatorie ed effetti pirotecnici che fanno il verso ai blockbuster hollywoodiani. Esplosa una bomba nel posto sbagliato, la nave inizia l’inesorabile viaggio verso gli abissi, sicchè al giocatore non resta che la fuga verso la via di uscita, mentre la visuale si inclina sempre più riversando scrosci d’acqua nell’area di gioco. Nella seconda missione affrontata, il paragone con I Figli degli Uomini risulta azzeccato, in quanto siamo stati trasportati in una cittadina ormai piegata dai segni della guerra, in cui i proiettili sfrecciano copiosi verso il giocatore. A distanza di due settimane, quello che Call of Duty 4 mi ha lasciato è un mucchio di emozioni: difficile a credersi considerato che si tratta dell’ennesimo sparatutto bellico in prima persona. L’aspetto tecnico ha fatto sicuramente la parte del leone, ci ha abbagliato con tanti effetti speciali, ma se il gioco finale rimarrà fedele alla capacità di coinvolgere che ha mostrato la demo, saremo di fronte a un titolo davvero speciale.

lunedì, luglio 09, 2007

L'E3 (anche) su PlayStation 3

Prevedibile o meno, poco importa. Anche Sony darà la possibilità ai propri fedeli possessori di PlayStation 3 di scaricare dal PlayStation Store trailer e video dei giochi 1st e 3rd party presentati all'E3 2007, oltre che la conferenza stampa. Peccato che nell'annuncio sul PlayStation.Blog manchi la voce "Demo". I video e i trailer appaiono in pochi minuti su Internet, i demo invece no.

Riferimenti:
[PlayStation.blog: New PS3, New Price & More News Coming]

Sony Taglia 100$ a PlayStation 3

Voci di corridoio regolarmente smentite potevano significare una sola cosa: la verità. Ora è la stessa Sony ad annunciare, a pochi giorni dall'ultima rigorosa smentita, l'introduzione di una nuova versione di PlayStation 3 e il taglio di prezzo di quella esistente. Ad agosto verrà commercializzata una nuova versione di console con hard disk da 80GB e Motorstorm in bundle al prezzo di 599 dollari, mentre l'attuale versione da 60GB è scesa con effetto immediato a ben 499 dollari. Tali ritocchi al prezzo riguardano al momento solo il mercato nordamericano, in quanto non è stato divulgato alcun annuncio ufficiale per gli altri mercati.

Il taglio di prezzo tanto atteso è infine arrivato. E' da vedere se questa tattica contribuirà a sollevare le vendite della console Sony, che attualmente sono parecchio indietro rispetto a Wii e comunque inferiori rispetto a Xbox 360. Ora attendiamo la contromossa di Microsoft, che potrà optare per due strade differenti: tagliare 100 dollari dalle proprie console in modo da mantenere il divario di prezzo e competere direttamente con Wii, oppure tenere saldi i 299/399 dollari fino a Natale per garantire una certa marginalità sulle vendite, forti dei titoli in uscita nel secondo semestre che garantirebbero comunque delle vendite sostenute.

In principio ero uno dei tanti a profetizzare il taglio del prezzo della console Microsoft all'arrivo di PlayStation 3. Quest'ultima non si è rivelata quel passo avanti che era stato messo a preventivo e riconosco che Microsoft ha operato la scelta corretta di non ritoccare il prezzo della propria console. Al di là delle differenze tecniche e tecnologiche, infatti, le due console possono tranquillamente competere testa a testa quando si parla di giochi.

Riferimenti:
[Eurogamer: Sony cuts US PS3 price]

Xbox 360 Manca i 12 MIlioni per un Soffio

Microsoft ha annunciato che le console Xbox 360 distribuite al 30 giugno 2007 ammontano a 11,6 milioni, mancando di un soffio l'obiettivo di 12 milioni di console. Sebbene Peter Moore si sia mostrato comunque soddisfatto dall'andamento della console sul mercato e oltremodo fiducioso nella seconda parte dell'anno fatta da Halo III, Mass Effect e GTA IV, bisogna sottolineare come l'obiettivo iniziale fosse di 13~15 milioni di console. 12 milioni di console distribuite era, infatti, l'obiettivo rivisto secondo l'andamento del mercato di qualche mese prima.

Riferimenti:
[Eurogamer: We missed 360 target - Moore]

Microsoft Estende la Garanzia di Xbox 360

Giusto qualche giorno addietro si facevano paragoni sull'affidabilità della console Microsoft rispetto alle concorrenti. Impiegati e responsabili di negozi americani avevano rilevato una difettosità di Xbox 360 del 25~30%, rispetto a numeri inferiori all'1% per PlayStation 3, Wii e le console precedentemente commercializzate. Con un occhio sui numeri e una mano sulla coscienza, anche Microsoft ha riconosciuto i propri errori e ha deciso di correre ai ripari in maniera decisa.

A partire dal 5 luglio e con effetto in tutto il mondo, la garanzia di Xbox 360 è stata estesa a 3 anni per quanto riguarda i diffetti generici della console identificabili dai tre led rossi lampeggianti. La nuova garanzia prevede che le riparazioni e i costi di spedizione siano a carico di Microsoft, la quale si impegna a rimborsare tutte le spese sostenute in precedenza per il medesimo difetto. Con questa mossa doverosa, Microsoft intende recuperare il consenso di quei clienti frustrati dall'assistenza della console e pavimentare la strada verso coloro che si erano fatti spaventare dalle voci che correvano insistentemente in rete.

Su Xbox.com è possibile leggere il comunicato ufficiale e la FAQ, purtroppo solo in versione inglese, oltre che una lettera aperta scritta da Peter Moore, corporate vice president of interactive entertainment di Microsoft.

E' difficile, per un'azienda, ammettere la difettosità delle proprie macchine, ma è sempre apprezzabile quando ciò accade, augurandoci che il problema si risolva davvero nella maniera più indolore possibile per l'utente.

Riferimenti:
[Xbox.com: Xbox 360 Warranty Coverage Expanded]

Virtua Fighter 5 va Online su Xbox 360

Sebbene i guru di AM2 affermino da sempre che la meccanica di gioco di Virtua Fighter non si coniuga con le modalità online a causa dei ritardi che queste introducono nel gioco, la versione per Xbox 360 dell'ultimo episodio del famoso picchiaduro Sega godrà finalmente di nuove modalità online, assenti nella versione per PlayStation 3. Probabilmente la tecnologia alle spalle di Xbox Live ha semplificato il lavoro dei programmatori - anche se l'annoso problema dei lag non potrà essere ignorato, soprattutto dagli appassionati -, oppure l'annuncio delle modalità online di Soul Calibur 4 ha rischiato di compromettere la riuscita commerciale del gioco, sta di fatto che non possiamo che essere contenti di questa notizia.

Oltre alla modalità Versus online e a diversi tipi di leaderboard, la versione per Xbox 360 di Virtua Fighter 5 godrà di tutte le migliorie introdotte nell'ultima release per sala giochi, del supporto opzionale del controllo analogico, della vibrazione e una nuova serie di avversari nel Quest mode. Vi saranno nuovi oggetti con cui personalizzare il proprio lottatore - anche se non è chiaro se poi saranno utilizzabili online - e diverse opzioni inedite nel Dojo, la sezione di allenamento del gioco.

Virtua Fighter 5 è già disponibile per PlayStation 3 e sarà commercializzato per Xbox 360 in autunno. Non è stata annunciata, invece, la data di lancio per il mercato nipponico, il che suona alquanto strano data la fama del picchiaduro Sega nella Terra del Sol Levante.

Riferimenti:
[Sega of Europe: SEGA Announces Online Multiplayer Functionality in Virtua Fighter 5 for Xbox 360]

Ipse Dixit/ Electronic Arts e i Franchise Annuali

John Riccitiello, CEO di Electronic Arts, ha così commentato lo stato dell'industria videoludica:
"Stiamo annoiando a morte i giocatori e stiamo facendo giochi sempre più difficili. Per la maggior parte, l'industria videoludica ha rivangato e ripetuto gli stessi concetti. Ci sono stati molti prodotti che sembravano quelli dell'anno scorso, se non quelli di quello prima".
Critica all'industria videoludica o esame di coscienza? In termini di rivangare gli stessi concetti, Electronic Arts non ha proprio pari.

Riferimenti:
[Eurogamer: EA boss slates yearly updates]

giovedì, luglio 05, 2007

PlayStation 3 è Affidabile, Xbox 360 No

Oltre a un gran parco software con cui sollazzarsi, Xbox 360 ha portato nel mondo delle console un grave dubbio sul tema dell'affidabilità delle console. Vi sono troppe segnalazioni di console che hanno mostrato i segni di cedimento più svariati, causando l'ira degli utenti che popolano i forum di Internet. Stando alle ultime dichiarazioni di alcuni responsabili di negozi americani, Xbox 360 avrebbe una difettosità del 25% ~ 30%, a dispetto delle rivali che si attestano su valori inferiori all'1%, inclusa PlayStation 3. Non credo che le voci dei negozianti siano da prendere come oro colato, ma sicuramente nel loro piccolo possono stilare delle statistiche.

L'altro ieri un mio amico ha acquistato un'Xbox 360 Core da regalare al figlio ma che, purtroppo, si è rivelata difettosa all'origine, gracchiando mostruosamente una volta inserito il disco. La sostituzione è stata inevitabile e la nuova console, per fortuna, funziona correttamente. Si tratta sicuramente di un caso sfortunato e inadatto per qualunque fine statistico, ma comunque fastidioso.

Riferimenti:
[Gizmodo: PS3 Failure Rate Less Than One Percent?]

Il Piacere di Giocare

Guardandomi alle spalle e tornando indietro di circa un anno, mi accorgo che sono cambiate tante cose. La "Crackhouse" è nata poichè la chiusura di Highscore.it mi faceva sentire senza nulla fra le mani. Abituato come ero a recensire e sfornare news a profusione, essere senza un "lavoro nel tempo libero" mi aveva spiazzato. Con tanti buoni propositi ho cercato di portare avanti Enter the Crackhouse in maniera coerente e puntuale, non sempre riuscendoci, però. Già una volta mi sono lamentato delle troppe notizie non-notizie che girano in rete e che fanno perdere il gusto di riportarle ai propri lettori. Sicchè, ho iniziato ad attraversare un periodo di stanca, durante il quale gli aggiornamenti di Enter the Crackhouse sono divenuti addirittura settimanali. Pensavo fosse il sintomo della graduale perdita di interesse verso il mercato videoludico dovuta all'indigestione di giochi e notizie, coadiuvata dall'età che avanza, il lavoro (quello vero) che straripa, una casa da mettere in piedi e così via.

Invece mi sbagliavo.

Il piacere di giocare non è diminuito. Anzi, è aumentato esponenzialmente. Con Okami, poi Psychonauts e ora Excite Truck ho ritrovato il gusto di prendermi il mio tempo per dedicarlo - non interamente, naturalmente - a un gioco particolare fino a sviscerarlo fino in fondo. Avendo fra le mani almeno una manciata di titoli da provare a settimana, mi ero dimenticato di quanto fosse soddisfacente entrare nel vivo del gioco senza doverlo abbandonare dopo poche ore per scrivere la recensione, per poi passare a quello successivo. Solevo chiamarmi "Hardcore gamer", mentre in realtà ero divenuto ancor meno di un casual gamer. Mi sono accorto che, probabilmente, trascurare quella che a tutti gli effetti è una passione che dura da oltre vent'anni non era la strada migliore.

Il mio divertimento a scapito, però, di Enter the Crackhouse, che si è notevolmente ridotto nei contenuti e, probabilmente, anche nella qualità delle informazioni. Non è certo un requiem: Enter the Crackhouse andrà avanti, magari a rilento, ma avrò sempre qualcosa da dire su quell'ammasso di pixel che mi intrattengono per ore. Con questo post, il mio desiderio è solo quello di condividere con voi lettori un piacere ritrovato. Quello di "giocare".

martedì, luglio 03, 2007

L'Annoso Problema dei 30 Frame al Secondo Colpisce PlayStation 3

Lascia perplessi osservare come anche la "next-generation" sia costretta a fare i conti con numerosi titoli che girano a 30fps per poter sfoggiare grafica ed effetti degni dell'alta definizione di cui si fregiano le console Sony e Microsoft. E' disarmante, però, leggere che le versioni per PlayStation 3 di alcuni titoli siano limitate a 30fps quando quelle per Xbox 360 si muovono al doppio del frame rate.

E' il caso di Madden NFL 08 (Electronic Arts), All-Pro Football 2K8 (2K Sports) e NCAA Football 08 (Electronic Arts), fatti per girare a 60fps sulla console Microsoft e alla metà su quella Sony. Il problema è sicuramente dovuto alla qualità e alla semplicità dei middleware forniti dalle due case rivali. Laddove Microsoft ha dotato gli sviluppatori di ambienti e programmi atti a semplificare la programmazione, Sony non sembra essere sulla stessa lunghezza d'onda. Interrogato sul "problema", Dave Karraker, senior director of corporate communications di Sony Computer Entertainment America, ha risposto:
"Abbiamo già provato con NBA 07 che i titoli sportivi possono girare su PlayStation 3 a 1080p. Se ci sono problemi con titoli di terze parti dovreste parlarne direttamente con loro".
Arroganza a parte, che due dei maggiori produttori di franchise sportivi soffrano delle stesse difficoltà è un fatto più che rilevante, a mio avviso. Le architetture delle due console rivali sono differenti e il codice deve essere riscritto in gran parte per operare correttamente su PlayStation 3. Ma con i costi di sviluppo sempre in crescita, è naturale che gli sviluppatori si concentrino sulla piattaforma più efficiente per il codice di base, per poi convertirlo sulle altre. E, volenti o nolenti, tale piattaforma al momento è Xbox 360 e Sony dovrebbe fare qualche cosa per invertire la rotta.

Un tempo Ken Kutaragi affermò che PlayStation 3 sarebbe stata in grado di renderizzare immagini a 1080p a 120fps. C'è chi spera nel futuro e chi guarda al presente. Voi da che parte state?

Riferimenti:
[1up: Deflated Pigskin: PS3's Football Troubles]
[5w-g.com: Gaming Algebra: EA(2K)+PS3=1/2 X360]

Nintendo Glissa sulla Conversione dei Punti Stella in Wii Points

Lo scorso 11 gennaio, Nintendo rilasciava la notizia relativa alla prossima possibilità di convertire i Punti Stella ottenuti registrando i giochi sul sito Nintendo in Wii Points, utili per acquistare contenuti dal Wii-Shop. Ebbene, a distanza di quasi sei mesi, tale funzione è finita nel dimenticatoio. Alla richiesta di un aggiornamento circa la conversione dei punti, Nintendo si è limitata a non rispondere.

Peccato, i Punti Stella dovranno essere spesi in wallpaper per computer o suonerie per cellulari oppure prendere polvere ancora a lungo. Sperando che non vengano azzerati a un certo punto come per le 1000 Miglia di Alitalia.

Metroid Prime 3 Dice No all'Online

Retro Studios hanno confermato che il nuovo episodio della saga di Metroid per Wii sarà privo delle funzionalità online. Niente death match, capture the flag et simili. Metroid Prime 3: Corruption sarà un'esperienza unicamente single player. Una scelta che potrebbe essere sensata per ottimizzare l'esperienza in singolo, ma decisamente... Retro.

Metroid Prime 3: Corruption sarà disponibile in Nordamerica a partire dal 27 agosto, mentre tutto tace sul fronte europeo.

Riferimenti:
[Shack News: Good Mourning, Nintendo Fans: No Metroid Prime 3 Online, Smash Bros. Not Playable at E3]

L'E3 su Xbox 360

Microsoft ha annunciato che anche quest'anno i possessori di Xbox 360 potranno godersi alcune delle novità presentate durante l'imminente edizione dell'E3 stando comodamente seduti sul proprio sofà. Il colosso di Redmond, infatti, ha dichiarato che verranno messi a disposizione sul Marketplace diversi demo, trailer e altro materiale relativo ai nuovi arrivi per Xbox 360.

Anche se non è stato specificato di quale tipo di supporto godranno (demo, trailer e così via), i titoli che verranno inclusi sul Marketplace includono Assassin's Creed, BioShock, Project Gotham Racing 4, Fires of Liberation, Blue Dragon, Burnout Paradise, Call of Duty 4: Modern Warfare, FIFA 08, Guitar Hero III, Lost Odyssey, Madden 08, NCAA Football 08, Need For Speed: ProStreet, The Simpsons, Tiger Woods PGA Tour 08 e WWE SmackDown vs. Raw 2008.

Il materiale dell'E3 sarà disponibile su Xbox Live fra martedì 10 luglio e venerdì 13.

Al momento Sony non ha ancora annunciato un servizio del genere, il che ci sorprende non poco, dato il successo dell'iniziativa di Microsoft lo scorso anno.

Riferimenti:
[Eurogamer: MS unveils E3 Live plan]

Videogiocatori Senza Buon Senso

Ritengo che il buon senso e una buona condotta siano due aspetti necessari per la convivenza sociale. In una parola sola, è necessario il rispetto nei confronti di cose, persone, animali, sentimenti e tutto il resto. A quanto pare, di rispetto ce n'è ben poco, soprattutto quando i meno rispettosi sono coloro che godono di maggior visibilità e da quando i moderni mezzi di comunicazione riescono a portare sulla cresta dell'onda anche l'ultimo imbecille dell'universo.

Non credo sia il caso di stendere l'ennesimo trattato sul codice di condotta che bisognerebbe tenere online, ma ritengo sia doveroso segnalare ai lettori l'ultimo episodio di cattivo gusto in ambito videoludico. Utilizzando le decalcomanie in Forza Motorsport 2, un utente ha creato una decorazione nazista con tanto di saluto al baffuto nanetto degli anni '40 e inno alla supremazia bianca.

La libertà di espressione è un diritto di tutti e ciascuno deve essere libero di coltivare le proprie idee. Ma sarei d'accordo se l'utente in questione fosse interdetto dal gioco immediatamente. Il buon senso dovrebbe essere fatto rispettare, a mio avviso.

Riferimenti:
[360 Gamers: Microsoft yet to get on top of Forza 2 racism]

Questione di Hype: Hour of Victory

Per promuovere un prodotto si spendono spesso più parole di quante questo ne valga. E' il caso di Hour of Victory che, stando ai comunicati e alle preview, sarebbe dovuto essere un titolo di tenere in considerazione da tutti gli amanti degli sparatutto. Invece, Eurogamer cassa il nuovo gioco di Midway con un 2/10, affermando che:
"La via più semplice per giudicarlo è pensare che Hour of Victory semplicemente non è un prodotto finito. Crash frequenti, fondamenta irrisorie, svariati bug da capogiro e errori rudimentali nelle missioni cospirano per renderlo uno dei titoli peggiori e più imbarazzanti per Xbox 360."
Nella news di mercoledì scorso ho scritto:
Sarà interessante osservare come Hour of Victory se la caverà sul terreno di gioco di Call of Duty e Medal of Honor.
Ora la risposta è chiara: male.

Riferimenti:
[Eurogamer: Hour of Victory]